Gimi a Forno di Zoldo 2

12 luglio 2018
Dopo la notte burrascosa, ci siamo alzati a fatica alle 8.00 puntuali, per iniziare la giornata. In refettorio ci attendeva un’abbondante colazione preparata con cura e affetto dalle nostre mitiche cuoche (Francesca, Fabrizia e Maria) che, nonostante i continui schiamazzi notturni, sono riuscite a svegliarsi poco dopo il sorgere del sole.
Alla fine di qualche servizio mattutino in casa per il benessere di tutti (raccogliere qualche palloncino e batuffolo di polvere ecc…), ci siamo riuniti per ringraziare il Signore e affidargli la nostra giornata. Il brano biblico che ha accompagnato il primo tema – quello del discernimento nelle relazioni – è tratto dai primi versetti della Genesi (1, 26-28) quando si racconta della creazione di tutte le cose esistenti e dell’uomo e della donna. Divisi in due bei gruppi, abbiamo iniziato l’attività.
In un primo momento ci è stato chiesto di rappresentare con un emoticon uno stato d’animo legato ad un preciso lasso di tempo di ogni educando; in seguito, gli educatori hanno chiesto di scrivere in una tabella le relazioni che segnano le nostre giornate: quali persone incontriamo, dove e perché ci relazioniamo con loro. È stato poi interessante vedere come Gesù viveva le sue relazioni; il Vangelo ci presenta molti incontri più o meno casuali con Cristo in cui traspare il suo stile. Lui era abituato ad amare veramente le persone che incontrava e soprattutto non usava mai delle maschere, ma era sempre se stesso con autenticità. Questo ci ha fatto riflettere sul fatto che spesso lo stile di Gesù, non è il nostro… e su questo non ci piove: dobbiamo lavorarci un po’!
Nel pomeriggio i nostri educatori, per farci capire divertendoci cosa significa usare delle maschere nelle nostre relazioni, ci hanno fatto creare a coppie delle maschere di gesso: qualcuno, per la sbadataggine del nostro compagno, ha rischiato la pelle! Comunque ne siamo usciti illesi e divertiti, creando delle maschere davvero divertenti.
Questa sera a cena ci è andata di lusso: dopo aver mangiato come dei maiali, per festeggiare il compleanno di Sohail, abbiamo potuto godere di una favolosa torta con panna e frutta. Subito dopo è iniziato il torneo serale con le nostre simpatiche, curiose e improbabili performance! Le premesse hanno già segnato i prossimi giorni: ci sarà da divertirsi!

Nota degli educatori. Con la speranza che il sonno li colpisca con violenza, ci congediamo in attesa della grande gita di domani!